Farmaceutico e Biomedicale  |  IP  |  Lavoro  |  Penale  |  Real Estate  |  Ristrutturazioni  |  TAX  |  TMT
clicca per accedere alle classifiche

Assistenza in fallimento

Assistenza in fallimento: Mid Market

Ristrutturazioni complesse: Banche

Ristrutturazioni complesse: Società

Ristrutturazioni Mid Market: Banche

Ristrutturazioni Mid Market: Società

Assistenza in fallimento

Assistenza in fallimento: Mid Market

Contenzioso fallimentare

Fallimentaristi puri

Ristrutturazioni complesse: Banche

Fascia 1
Fascia 2
Fascia 3

Ristrutturazioni complesse: Società

Fascia 1
Fascia 2
Fascia 3

Ristrutturazioni Mid Market: Banche

Ristrutturazioni Mid Market: Società

SCENARIO 

Ristrutturazioni

le specializzazioni
Assistenza in fallimento / Assistenza in fallimento: Mid Market / Contenzioso fallimentare / Fallimentaristi puri / Ristrutturazioni complesse: Banche
Ristrutturazioni complesse: Società / Ristrutturazioni Mid Market: Banche / Ristrutturazioni Mid Market: Società
SI CONCORDA IL SALVATAGGIO

Il boom di domande di concordato preventivo ha spinto le squadre a rafforzarsi. Campagna acquisti per il corporate, finance e contenzioso, ma è ancora la competenza fallimentare a fare la differenza. 

 

In linea con quanto è stato registrato nell’ul­tima ricerca del Centro Studi risalente al settembre 2012, si continua a parlare di un trend positivo per le ristrutturazioni e l’assistenza in fallimento. La crisi di liqui­dità e la generalizzata difficoltà finanziaria in cui versa il mercato italiano hanno reso problematica la situazione delle imprese che fino ad oggi erano riuscite a gestire internamente i propri problemi finanziari. Nei primi mesi del 2013 si è impen­nato il numero di aziende che hanno avviato una procedura d’insolvenza o in liquidazione volon­taria, così come le imprese che hanno dichiara­to il fallimento. La novità che ha permesso un poderoso aumento del lavoro per gli avvocati di restructuring risiede nei cambiamenti legislativi introdotti a settembre del 2012, con lo scopo di facilitare un accordo tra le società in crisi e i cre­ditori. Il vero protagonista della riforma è il con­cordato preventivo, che ha vissuto un periodo di grande fervore con l’introduzione del cosiddetto “concordato in bianco”. Quest’ultimo ha con­sentito al debitore di presentare una domanda di concordato dal contenuto minimo essenziale, permettendo così alla società in crisi di protegge­re il proprio patrimonio e avviare una ristruttu­razione con molte meno difficoltà.

Nell’ultimo anno, tre i mandati che, per valore e per numero di legali coinvolti, hanno spiccato nel panorama delle maggiori ristrutturazioni: Carlo TassaraAcqua Marcia e Alitalia. La holding di partecipazione Tassara ha sottoscritto nuovi accordi per la patrimonializ­zazione e la ristrutturazione dell’indebitamento nei confronti delle proprie banche finanziatrici che si attesta sui 2,3 milioni di euro. Il gruppo Acqua Marcia ha fatto domanda di concordato preventivo dopo aver contratto un debito pari a 1,25 miliardi di euro. Infine, il salvataggio della compagnia di bandiera è costato 300 milioni di euro di aumento di capitale e un plotone di legali impegnati nell’evitarne il fallimento. 

 

Ristrutturazioni a due livelli 
Due sono i mercati in cui si muovono gli ope­ratori del settore: le grandi ristrutturazioni e il mid market. Le piccole e medie ristrutturazioni, meno visibili e quindi meno note, sono sempre più diffuse nel territorio nazionale e intorno a queste realtà locali in crisi ruotano gli interessi di numerosi dipartimenti legali. Questi due com­parti sono autonomi e difficilmente compenetra­bili e i protagonisti sono chiaramente schierati nell’uno o nell’altro livello.

La crescente mole di lavoro va di pari passo con il potenziamento delle compagini interne agli studi legali che, anziché attingere all’e­sterno, hanno preferito differenziare le loro specializzazioni e rafforzare i dipartimenti più coinvolti nelle procedure fallimentari: finance, corporate e contenzioso.

Dalle interviste effettuate dal Centro Studi, emerge una stretta affiliazione tra gli istituti di credito e le compagini maggiormente attive sul piano finanziario, che più spesso siedono al loro fianco durante i negoziati, mentre una forte caratterizzazione corporate-societaria permette di qualificarsi tra gli interlocutori favoriti delle socie­tà debitrici, sia nel grande che nel medio mercato.

Un discorso a parte riguarda il contenzioso falli­mentare, dove non si parla di team bensì di singoli professionisti che calcano le aule di tribunale, così come i fallimentaristi puri, esperti di crisi d’impresa.

Tra il 2012 e il 2013 due studi si sono affaccia­ti sul mercato del restructuring: Gattai Minoli e Bird & Bird. Il primo, dopo l’apertura dell’in­segna a gennaio 2013, ha affidato la guida della squadra a Gaetano Carrello, uscito da Grimaldi; il secondo ha inaugurato il dipartimento po­nendo a capo del team Federica Pietrogrande, senior associate, proveniente da Biscozzi Nobili.

Numerosi studi si sono rafforzati investendo su nuovi ingressi. EvershedsBianchini l’ha fatto con Marco Franzini, che ha lasciato la pluriennale collaborazione con Simmons & Simmons, di cui è stato anche managing partner. Di contro, Sim­mons ha accolto Andrea Sparano, uscente da De Dominicis & Sparano ma ha visto a sua volta l’uscita di Riccardo Papetti, approdato in Nctm. Altro importante ingresso è quello messo a segno da d'Urso Gatti e Bianchi con Valeria Mazzoletti, uscita dalla squadra di contenzioso di Pedersoli & Associati, con cui aveva maturato una significa­tiva esperienza e un ruolo riconosciuto dal mer­cato. Campagna acquisti anche per White & Case che ha visto l’ingresso di Iacopo Canino, uscito da Giliberti Pappalettera Triscornia e ricordato per la partecipazione alla ristrutturazione di Seat Pagine Gialle e Grandi Navi Veloci. Politica di re­clutamento anche per Dla Piper che ha sostituito Ugo Calò (Grimaldi) all’uscente Ernesto Apuzzo, ex responsabile del dipartimento e legale di fiducia di UnicreditIntesa Sanpaolo e MPS, confluito in Hogan Lovells. Infine, Carnelutti ha potenziato il contenzioso con Federico Banti, uscito da Jenny & partners, mentre Grimal­di a sua volta ha accolto Stefano Lombrassa, ex senior associate in Delfino e associati Willkie Farr & Gallagher, nel dipartimento finance.

 

L'indagine integrale sulle Ristrutturazioni pubblicata da TopLegal Review (febbraio 2014) è disponibile qui

Ristrutturazioni
Ashurst
LO STUDIO: «realtà in crescita» afferma un competitor. Lavora su complesse ristrutturazioni del debito a fianco di autorevoli istituti finanziari, colossi delle telecomunicazioni, della navigazione e del mercato farmaceutico. Ha seguito Carlo Erba Reagenti nel risanamento della propria esposizione debitoria e per 15 milioni di euro, e ha affiancato Banca Popolare di Vicenza nella procedura di concordato preventivo. 

I PROFESSIONISTI: consulente «di nicchia» per le banche, Francesco De Gennaro sfodera doti di negoziazione anche al fianco dei debitori, che ne apprezzano il «profilo completo». Ha assistito Ferretti in concordato preventivo e Sirti nella negoziazione con le banche per la revisione degli accordi di finanziamento per un valore di oltre 400 milioni di euro.
Bird & Bird
LO STUDIO: accreditato presso noti istituti finanziari, ha seguito numerose banche nel risanamento del debito di gruppi alimentari, pelletterie e società leader nel settore della distribuzione di opere filmiche. 

I PROFESSIONISTI: l’acquisto «vincente» è Federica Pietrogrande, «ferrata in materia» e responsabile del dipartimento recentemente avviato. Al suo fianco Alberto Salvadè, considerato un «prezioso ausilio» in fase negoziale. Apprezzato da una banca d’affari per la precisione e l’attenta difesa degli interessi, ha assistito un pool di banche nella negoziazione e predisposizione di un accordo di risanamento del debito a favore di una società automotive. 
BonelliErede
LO STUDIO: «dall’invidiabile autorevolezza», primeggia nelle ristrutturazioni e nei salvataggi più complessi. «Di pari eccellenza sia lato banca che lato società», il team è gradito agli assistiti per il coordinamento e la «gestione facilitativa» del tavolo negoziale. Ha partecipato, a fianco della famiglia Zaleski, alla definizione del piano di risanamento di Carlo Tassara. 

I PROFESSIONISTI: Marco Arato, «di elevato acume», sa gestire il gioco di squadra. La notorietà di fronte alle Istituzioni lo rende un prezioso riferimento per colossi bancari e societari. Nel salvataggio di Richard Ginori, ha seguito Gucci che si è aggiudicata la gara per l’acquisto della fabbrica con un’offerta di 13 milioni di euro. Al fianco di Arato, a presidio degli istituti bancari, non mancano Franco Bonelli («professionista di autorevolezza tangibile e strategia ineccepibile») e Paolo Oliviero, un «negoziatore al top» secondo un competitor. Quest’ultimo ha seguito Unicredit, Banca Etruria, Banca popolare dell’Emilia Romagna, Cassa di risparmio di Bologna, Mps, Banco popolare e Bnl nella ristrutturazione del debito di Mandarina Duck. Dal profilo societario, Giovanni Domenichini conferma la sua abilità nell’assistere sia le banche che le aziende in ingenti ristrutturazioni del debito. Vittoria Giustiniani, apprezzata da numerosi rappresentanti finanziari, ha preso parte al team che ha assistito Bialetti industrie nell’accordo di risanamento del proprio debito. Raccoglie consensi per la padronanza dell’argomento e la precisione con cui pondera la soluzione Vittorio Lupoli, intervenuto nella ristrutturazione di Gabetti. 
Bovesi Cartwright Pescatore
LO STUDIO: «si destreggia bene nelle situazioni complesse», afferma una società metalmeccanica. Opera sul medio mercato e cura la ristrutturazione e la riorganizzazione di aziende edili e di factoring. 

I PROFESSIONISTI: nella piazza di Imola, Massimiliano Bovesi è «una spalla sopra tutti» secondo un esperto fallimentare. Dalle idee «innovative», ha curato il piano di ristrutturazione post acquisizione e finanziamento di una società produttrice di ceramiche.
Carbonetti e Associati
LO STUDIO: il mercato delle piccole e medie imprese non tradisce e riconferma l’appoggio alla squadra, che brilla al fianco delle banche e riscuote apprezzamenti anche da autorevoli società. 

I PROFESSIONISTI: Fabrizio Carbonetti spicca tra le segnalazioni degli istituti finanziari e degli avversari, mentre Massimo Tesei è segnalato dai competitor. 
Carnelutti
LO STUDIO: ha offerto assistenza nella negoziazione di finanziamenti per conto di società quotate nell’ambito di piani di ristrutturazione e ha seguito numerosi colossi bancari al tavolo negoziale. Il team si ritaglia una fetta di consensi anche nel contenzioso fallimentare. Tra i clienti affiancati compaiono Deutsche bank, Acta e Scapa Italia. 

I PROFESSIONISTI: i competitor individuano in Federico Banti il maggior esperto di concordati preventivi e diritto fallimentare. Ha assistito un gruppo di creditori di Scapa Italia nell’ambito del concordato preventivo proposto dalla stessa Scapa avanti il Tribunale di Milano. Forte di una preparazione finanziaria riconosciuta dai competitor, Marco Lantelme ha affiancato Intesa Sanpaolo, Banca Imi, Unicredit, Banco Popolare, Credito Valtellinese e Bnl nella gestione di un piano di risanamento del valore di 50 milioni di euro.
Chiomenti
LO STUDIO: «dalle competenze tecniche eccellenti», afferma un noto istituto bancario. Uno dei team più graditi nel panorama finanziario, riceve apprezzamenti anche da società quotate e aziende attive nel mercato dell’architettura e operative nel settore delle cartiere. Ha assistito Targetti Sankey nella ristrutturazione del debito per 250 milioni di euro. 

I PROFESSIONISTI: «tra le donne migliori sul campo», Giulia Battaglia combina la visione strategica con una forte attendibilità e personalità al tavolo negoziale. Ha seguito Bnl, Mps, Banca delle Marche, Banco popolare società cooperativa, Bnp paribas, Cassa di risparmio di Parma e Piacenza, Crédit agricole, Ing bank, Société générale, Unicredit, Banca dell’Adriatico, Banca Imi e Cassa di risparmio di Fano nella ristrutturazione dell’indebitamento finanziario di Navigazione Montanari. Il contenzioso è appannaggio di Andrea Bernava, mentre Roberto Ghio padroneggia le ristrutturazioni finanziarie grazie al consolidato profilo di banking. Meritevole di menzione, a detta dei competitor, Massimo Tavella («giovane brillante») conquista il consenso nelle ristrutturazioni complesse al fianco delle banche. Ha affiancato Battaglia nella consulenza a Cdc point nell’ammissione al concordato preventivo da 85 milioni di euro presso il Tribunale di Pisa. 
Cleary Gottlieb Steen & Hamilton
LO STUDIO: una squadra «ragionevole» che «sa lavorare con gli stranieri» grazie all’approccio internazionale. Il team interviene in ristrutturazioni del debito complesse e raccoglie le maggiori segnalazioni come advisor degli istituti finanziari. È stato consulente di Bbva in relazione alla ristrutturazione e rifinanziamento di Tecnimont.

I PROFESSIONISTI: tra i commenti dei competitor spicca il nome di Roberto Bonsignore, definito da un fondo di private equity «una combinazione di competenze tecniche». È stato consulente di Sixty in una delle prime procedure di concordato preventivo in Italia secondo la nuova normativa. Pietro Fioruzzi conferma il posizionamento al fianco dei debitori ed è stato consulente di un’azienda italiana attiva nel settore della ricerca e sviluppo farmaceutico in relazione alla ristrutturazione del proprio indebitamento.
Giuseppe Scassellati Sforzolini mette la sua «elevata esperienza » di capital markets al servizio di ingenti risanamenti debitori. Ha fatto parte della gruppo che ha seguito la Repubblica ellenica nel maggiore scambio obbligazionario e nella più grande ristrutturazione di debito sovrano, che ammontava a 206 miliardi di euro. 
Clifford Chance
LO STUDIO: «anticipa i bisogni del cliente», afferma una banca internazionale e raduna numerosi istituti finanziari tra i propri ammiratori, i quali ne richiedono l’assistenza in complessi risanamenti del debito. Ha affiancato Ina–Generali nell’ambito del concordato preventivo del gruppo Acqua Marcia.

I PROFESSIONISTI: «propulsore del restructuring», Charles Adams «costruisce soluzioni efficaci» e utilizza una «dialettica «pungente» in fase di negoziazione. È stato il braccio destro delle banche, guidate da Bnp paribas, nella ristrutturazione del debito di Giochi preziosi. L’altra punta del dipartimento è Giuseppe De Palma, considerato da un ente pubblico «altamente strategico» e capace di ragionare con tutti i componenti del tavolo negoziale. Ha affiancato le banche nel salvataggio di Limoni.
Dla Piper
LO STUDIO: uno dei team internazionali più attivi nelle ristrutturazioni complesse, compare nella cerchia dei preferiti dalle banche, con un raggio d’azione che si estende anche a società in ristrutturazione e in concordato preventivo. Ha assistito Acqua Pia Antica Marcia in liquidazione nella procedura di concordato e nel relativo accordo con i creditori. Il debito della società ammontava a 1,25 miliardi di euro. 

I PROFESSIONISTI: «tra i migliori consulenti dei creditori» secondo un competitor, Antonio Lombardo si mantiene in vetta ai consensi nelle ristrutturazioni al fianco degli istituti finanziari. Ha assistito Unicredit nel risanamento del debito di Carlo Tassara del valore di 2,3 miliardi di euro. Federico Sutti si guadagna il rispetto delle controparti ed è considerato un «ottimo referente» per una banca nazionale. Ha guidato la ristrutturazione del debito di un gruppo leader nel settore dell’illuminazione di emergenza e dei sistemi elettronici.
Ernst & Young
LO STUDIO: offre un network articolato gradito al cliente. L’approccio «commerciale» trova numerosi sostenitori, principalmente nelle fila dei debitori operativi nel medio mercato. Il team ha assistito Atm nell’ambito dell’operazione di ristrutturazione della società Movibus. 

I PROFESSIONISTI: «capace di trovare soluzioni innovative e strategiche», Francesco Marotta si conferma in vetta alle preferenze di autorevoli aziende in ristrutturazione. Ha inoltre affiancato il consiglio di amministrazione di Maire Tecnimont nell’operazione di riorganizzazione finanziaria del valore di 500 milioni di euro.
Freshfields Bruckhaus Deringer
LO STUDIO: gode di un consenso diffuso sia nell’ambito di ristrutturazioni del debito e concordati, sia nel contenzioso fallimentare. Il team affianca importanti società operanti nel mercato delle energie rinnovabili, dell’edilizia e dell’alberghiero, ma è tra gli istituti finanziari che colleziona i giudizi migliori. La squadra ha assistito Gruppo Intesa sanpaolo, Mps, Banco popolare, Banca Etruria, Cassa di risparmio di San Miniato e Bcc Fornacette, nella ristrutturazione della quotata Cdc point.

I PROFESSIONISTI: il «mediatore» del team è Corrado Angelelli, apprezzato dagli assistiti per la «gestione pacata ed equilibrata» delle tensioni negoziali. Ha curato il rifinanziamento del debito di un gruppo alberghiero. Il contenzioso fallimentare è presidiato da Enrico Castellani. Professionista «operativo e trasversale», ha seguito una società di costruzione italiana nella ristrutturazione del proprio debito e relativa implementazione per un valore di 112 milioni di euro. Emiliano Conio è noto alle istituzioni finanziarie che spendono parole di apprezzamento per i finanziamenti e le cartolarizzazioni legate a piani di risanamento del debito. 
Gattai Minoli Agostinelli & Partners

LO STUDIO: un gruppo finanziario internazionale lo considera «in rampa di lancio». Di recente costituzione, il dipartimento si è insediato nel mercato nazionale affiancando note società come Salmoiraghi & Viganò e prestigiosi istituti bancari come Unicredit. La squadra ha assistito Unicredit, Bpm, Ge capital, Centrobanca, Banco Brescia, Banco popolare e Abc Arab bank nella ristrutturazione nell’ambito dell’indebitamento finanziario del gruppo Italtel del valore di 500 milioni di euro.

I PROFESSIONISTI: Gaetano Carrello «è adatto alle complessità» e, nel giudizio di una banca nazionale, «è un punto di continuità al tavolo negoziale». Ha affiancato Unicredit e Bpm nella ristrutturazione dell’indebitamento finanziario del gruppo Ivri del valore di 150 milioni di euro. Riccardo Agostinelli ha un «diffuso prestigio» sia tra le banche che come consulente dei debitori. «Risolutore di problemi», ha assistito il gruppo La Perla nel processo di vendita tramite asta competitiva e nell’ambito della procedura di concordato. 

Gatti Pavesi Bianchi
LO STUDIO: offre consulenza di primario livello nei piani di ristrutturazione del debito, con particolare riguardo a operazioni che coinvolgono società quotate. L’assistenza è rivolta anche a soggetti finanziatori e fondi specializzati nelle operazioni di acquisizione e ristrutturazione di realtà in crisi o insolventi. Tra i mandati di spicco, ha assistito le banche nella ricapitalizzazione di Prelios.

I PROFESSIONISTI: Giancarlo Castorino è l’anima banking della squadra e raccoglie commenti positivi dal mondo finanziario. L’esperto di corporate legato alle insolvenze e alle ristrutturazioni è Stefano Valerio, consulente favorito di società quotate. I competitor spendono parole di approvazione per il recente arrivo di Valeria Mazzoletti, quale esperta di contenzioso fallimentare.   
 
Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners
LO STUDIO: team «di sistema», affianca «in modo possente» le società. Si schiera in prima linea nelle ristrutturazioni complesse, nei contenziosi fallimentari e nel salvataggio di imprese in grave stato di insolvenza. La squadra ha assistito Feidos 11, nella ristrutturazione del debito di Prelios, e nel rifinanziamento, risanamento finanziario e rilancio industriale del gruppo.

I PROFESSIONISTI: Antonio Auricchio è il litigator fallimentare «di eccellenza» del team, apprezzato da competitor e concorrenti. Ha difeso Credit Suisse, insieme al pilastro del dipartimento Francesco Gianni, in un’azione revocatoria intrapresa da Alitalia in amministrazione straordinaria per la revoca di un contratto di garanzia finanziaria e dei conseguenti trasferimenti di denaro del valore di 42 milioni di euro. Punto di riferimento per aziende di pelletteria e di energia, Gabriella Covino «sa gestire il rischio e la tensione» secondo una società di investimenti. Altra figura femminile di fondamentale supporto alle società è Alessandra Giovetti, che, insieme a Silvio Tersilla, spicca nell’assistenza in fallimento e nei concordati preventivi. 
 
Giliberti Triscornia e Associati
LO STUDIO: una squadra quotata tra le banche e considerata «ineccepibile» per le società. Ha seguito la ristrutturazione di Grandi navi veloci e di società leader nel mercato edile, alimentare e farmaceutico.

I PROFESSIONISTI: Federico Fischer dimostra pazienza e capacità di districarsi nelle difficoltà negoziali. Orientato al mondo bancario, ha guidato Unicredit, Banca popolare dell’Emilia Romagna e Banco popolare nella ristrutturazione di Motovario del valore di 95 milioni di euro. Assistenza «di prim’ordine» per i debitori quella garantita da Alessandro Triscornia, i quali ne apprezzano l’attenzione al dettaglio e l’approfondimento. Lo fiancheggia Francesca Sepe, «precisa e oculata» secondo un istituto di credito, «tiene in mano le redini del negoziato». Ha assistito Investitori associati nella ristrutturazione della partecipata Mer Mec, per 150 milioni di euro. 

Giovanardi e Associati
LO STUDIO: boutique specialistica nel diritto fallimentare, è considerata «l’angelo custode delle banche». Dispone di un nutrito team, ma le segnalazioni convergono su uno dei fondatori. La squadra ha assistito più di 25 istituti finanziari nella ristrutturazione del debito di Ferrucci per un ammontare complessivo di un miliardo di euro. 

I PROFESSIONISTI: l’«illustre» Carlo Alberto Giovanardi è il guru delle ristrutturazioni a fianco delle maggiori banche nazionali e internazionali. Ha curato la ristrutturazione dell’indebitamento finanziario del Gruppo Sacci per circa 315 milioni di euro. 
Grimaldi
LO STUDIO: «valorizza e implementa efficacemente i processi», sostiene un leader nella distribuzione di gas mentre un esponente dell’industria chimica apprezza i «Professionisti con le idee chiare». Affianca aziende operanti nel medio mercato, tra cui Finselc, House building, Energetic source. Ha assistito Avelar management nel fallimento di Aiòn renewables e alla ristrutturazione del relativo gruppo. 

I PROFESSIONISTI: gli assistiti fanno quadrato intorno a Tiziana Del Prete, «orientata al business» e «efficace» nel ristrutturare la governance e il debito di società insolventi. Ha assistito Uniland in concordato preventivo da 170 milioni di euro. 
Hogan Lovells
LO STUDIO: sbaraglia la concorrenza nelle ristrutturazioni del debito del medio mercato e si schiera in maniera preponderante al fianco dei creditori, i quali ammirano l’elevata qualità e la prontezza delle soluzioni offerte in fase negoziale. Il team ha rappresentato gli interessi dei maggiori istituti di credito italiani (Unicredit, Cassa di risparmio della provincia di Chieti, Banca popolare di Lanciano e Sulmona, Mps, Cassa di risparmio di Firenze, Banca dell’Adriatico, Banca popolare di Ancona, Bnl, Banca Caripe, Bpm, Unicredit leasing) nell’ambito della ristrutturazione dell’indebitamento del Gruppo Alimonti per un valore complessivo di 120 milioni di euro. 

I PROFESSIONISTI: «ottimo negoziatore» sostiene una banca italiana di Ernesto Apuzzo, l’uomo di fiducia di numerosi istituti finanziari nazionali, mentre i competitor appoggiano l’operatività nel medio mercato e ne elogiano la capacità di dare suggerimenti e soluzioni che tutelano tutti i protagonisti della negoziazione. Ha affiancato Unicredit e Intesa sanpaolo in relazione alla sottoscrizione di un contratto di apertura di credito, nell’ambito della procedura di concordato preventivo di Blue panorama per 167 milioni di euro. 

K&L Gates
LO STUDIO: un team «affiatato», secondo una banca straniera, che attrae consenso per la velocità di reazione e la dinamicità della sua struttura. Tra gli assistiti: Unicredit, Deutsche bank, Intesa sanpaolo e Banca Sai. La squadra ha affiancato Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps, Banco popolare, Bnl e Carige nella ristrutturazione del debito di un gruppo operante nel settore del legname, del valore di 40 milioni di euro. 

I PROFESSIONISTI: Andrea Pinto è apprezzato per il senso pratico e la positiva aggressività al tavolo negoziale. Veterano del mondo finanziario, «orienta e conforta» a detta di una banca nazionale. Ha curato gli interessi di Frankfurt hypo nella ristrutturazione del debito di un gruppo di società controllate dai Fondi Re Perf e Perf2 operante nel settore immobiliare, per un valore di 140 milioni di euro. 
Latham & Watkins
LO STUDIO: caposaldo nelle ristrutturazioni del debito per conto dei creditori, il team è un polo attrattivo di mandati complessi. I professionisti «fanno gioco di squadra» e compongono uno tra i team internazionali più gettonati anche dalle società debitrici. assiste note aziende (Saviola holding, La Perla, Neumayer Tekfor) e pool di banche nazionali ed internazionali (Banco popolare, Mps, Unicredit). È stato consulente di Rizzo Bottiglieri De Carlini armatori nella ristrutturazione del proprio debito per 800 milioni di euro. 

I PROFESSIONISTI: Andrea Novarese colleziona numerosi complimenti da parte di competitor e colossi della finanza per i quali si conferma «un riferimento fatto persona». Ha assistito Commerzbank e le banche finanziatrici nella ristrutturazione di Neumayer Tekfor. Quotata negli aumenti di capitale e nelle ristrutturazioni del debito, Maria Cristina Storchi ha affiancato Air France nell’aumento di capitale per il salvataggio di Alitalia.  
Legance
LO STUDIO: aggrega consenso da numerosi istituti di credito nell’ambito sia di ristrutturazioni e indebitamenti finanziari, sia di fallimenti e contenziosi. Si ritaglia una visibilità per la consulenza a favore delle società. Il team ha seguito Gabetti property solutions e altre società del gruppo Gabetti e Gruppo investment services nella ristrutturazione del debito. 

I PROFESSIONISTI: Giandomenico Ciaramella è apprezzato dalle banche creditrici e segnalato dai competitor per il ruolo «cruciale» in operazioni complesse. Ha assistito un pool di banche nella ristrutturazione del debito di una compagnia di trasporti. Professionista «di rilievo», Alberto Giampieri si schiera con autorevoli creditori ed ha seguito Crescent Hydepark nell’acquisizione del gruppo Sixty, nell’accordo sindacale e nella procedura di concordato preventivo in continuità proposto da Sixty. Il litigator della squadra è Stefano Parlatore, il quale ha difeso gli interessi di un’azienda produttrice di articoli sportivi in azioni revocatorie. 
 
Linklaters
LO STUDIO: rinomato nella cerchia dei maggiori istituti bancari che ne apprezzano l’organizzazione e la consolidata esperienza sul campo, «vanta una squadra di veterani che hanno visto tutto», afferma un noto fondo di investimento. Ha assistito le banche finanziatrici nella ristrutturazione, pari a 250 milioni di euro, di Targetti Sankey. 

I PROFESSIONISTI: «sa gestire le trattative» Andrea Arosio, ritenuto da una banca «perfetto negoziatore». Nella ristrutturazione dell’indebitamento finanziario di Limoni da 400 milioni di euro ha affiancato Bridgepoint Europe III. Francesco Faldi ha una «conoscenza enciclopedica» del mondo bancario ed è ritenuto da un istituto di credito «controparte di tutto rispetto». Si è schierato con Unicredit, Bpm e Calliope finance nella ristrutturazione di Green 6 e Ghetaldi immobiliare 2010. Dal profilo bancario, Davide Mencacci ha curato il finanziamento e la ristrutturazione di una nota azienda produttrice di giocattoli. Spalleggia i soci nelle operazioni di enorme respiro Ettore Consalvi, segnalato dai competitor per aver curato gli aspetti bancari nella ristrutturazione di Ferretti. 
Lms
LO STUDIO: la squadra ha attirato mandati degni di nota, tra cui l’assistenza a Marco Tronchetti Provera nella definizione del riassetto Camfin-Pirelli. 

I PROFESSIONISTI: Francesco Ruggeri Laderchi conferma la sua visibilità in tribunale in cause fallimentari mentre Francesco Serrano Orlandini, che è intervenuto nella ristrutturazione del debito del gruppo Roen, raccoglie giudizi significativi dai colleghi.
Lombardi Molinari Segni
LO STUDIO: tra i leader del mercato, «offre al cliente i vantaggi di una grande struttura dalla consolidata esperienza». Al tavolo negoziale assiste istituti finanziari e società «con la stessa ottima qualità». Il team ha assistito Carlo Tassara nell’ambito della ristrutturazione del debito di Romain Zaleski. 

I PROFESSIONISTI: Giuseppe Lombardi si occupa prevalentemente di contenzioso fallimentare e insolvenza, dove è ritenuto un «unicum». Ha guidato un pool di otto primarie banche nella rimodulazione dell’indebitamento finanziario complessivo di Quarella, mediante la sottoscrizione di un accordo di ristrutturazione del debito. La punta del dipartimento è Ugo Molinari, «da sempre» in prima linea nelle maggiori ristrutturazioni del debito. Ha affiancato un pool di 18 banche e società di leasing nella ristrutturazione dell’indebitamento finanziario delle società Cover realty e Torri del Garda. 
Macchi di Cellere Gangemi
LO STUDIO: il diritto fallimentare e il contenzioso sono le attività su cui la squadra ha raccolto le migliori segnalazioni. «È capace di gestire cause di insolvenza in diverse giurisdizioni» dichiara un consulente internazionale. Il team ha assistito Dual Sanitaly nella ristrutturazione ed espansione del business. 

I PROFESSIONISTI: gli assistiti spendono parole di apprezzamento per Andrea De Santis, segnalato da numerose aziende operanti nel medio mercato; ha difeso N.v. De Indonisische Overszeese bank in relazione alla procedura d’insolvenza di Parmalat in amministrazione straordinaria e nel relativo contenzioso ancora pendente presso la Corte di Appello di Bologna. Guida il dipartimento Silvia Lazzeretti che «mette al primo posto i bisogni dei clienti». Ha assistito uno dei primari gruppi assicurativi francesi nelle procedure di concordato preventivo e di liquidazione della società controllata italiana operante nel business dei centri commerciali. 
Nctm
LO STUDIO: una squadra dalle competenze «diversificate». Colleziona un numero ammirevole di ristrutturazioni sia dalla parte dei creditori che dei debitori. Il team ha seguito Navigazione Montanari nell’accordo di ristrutturazione sul debito consolidato da 500 milioni di euro con le banche creditrici. 

I PROFESSIONISTI: il mercato riconosce a Guido Fauda un portafoglio clienti «di tutto rispetto». Ha difeso un gruppo estero nel contenzioso da 100 milioni di euro promosso dal fallimento Torno global contracting avente a oggetto la revocatoria di pagamenti ricevuti e l’azione di nullità di una cartolarizzazione di crediti effettuata dalla fallita. «Di estrazione corporate», Paolo Montironi riscuote consenso da numerose controparti che lo vedono attivo in medie e grandi ristrutturazioni. Ha seguito Maire Tecnimont nella manovra di riorganizzazione finanziaria e patrimoniale del gruppo, per un valore di 500 milioni euro. 
Nunziante Magrone
LO STUDIO: tra i clienti annovera imprese operanti nel settore manifatturiero, farmaceutico, dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell’energia, oltre a istituti creditizi e finanziari.

I PROFESSIONISTI: Oscar Podda riceve segnalazioni nel campo delle procedure fallimentari e nelle ristrutturazioni del debito per conto di piccole-medie imprese.
Orrick Herrington & Sutcliffe
LO STUDIO: al servizio delle principali banche e istituti finanziari e di note società debitrici, si occupa prevalentemente di ristrutturazioni stragiudiziali del debito.

I PROFESSIONISTI: Daniela Andreatta «coniuga flessibilità e rigore» ed è un nome che risuona in entrambi i lati del tavolo negoziale. Ha gestito la ristrutturazione di una prestigiosa banca nazionale e di numerose società.
Paul Hastings
LO STUDIO: la squadra fronteggia ogni aspetto del settore, intervenendo in ingenti ristrutturazioni del debito, concordati e contenziosi fallimentari. Il team ha assistito i fondi Strategic value partners nella ristrutturazione di Ferretti.

I PROFESSIONISTI: Antonio Azzarà «è una presenza fissa a entrambi i lati del tavolo negoziale» afferma un competitor. Impersonifica, insieme a Bruno Cova, il restructuring «puro». A sostenere le banche, li spalleggia Alberto Del Din, affermato esperto di finanza strutturata e cartolarizzazioni. Le dispute sono appannaggio di Francesca Petronio, stimato litigator. 
Pavesi Gitti Verzoni
LO STUDIO: un nome che circola negli ambienti finanziari, ha affiancato note banche in complesse ristrutturazioni del debito. La squadra ha assistito il ceto bancario nell’ambito di un’operazione di ristrutturazione dell’indebitamento finanziario per 315 milioni di euro del Gruppo Sacci. 

I PROFESSIONISTI: Luca Faustini è apprezzato dal mondo bancario che ne elogia l’esperienza «pluriennale» e la capacità di interagire con i creditori. Ha curato la ristrutturazione di Sacci. Gregorio Gitti è ritenuto «ponte di collegamento» tra le banche e il team.
Pavia e Ansaldo
LO STUDIO: nonostante non costituisca la practice di punta, si attesta tra gli interlocutori favoriti del mondo finanziario nel medio mercato.

I PROFESSIONISTI: Roberto Zanchi ha un raggio d’azione ampio, che spazia dal corporate al mercato di capitali e che, secondo i competitor, gli consente di gestire complesse
ri­strutturazioni del debito. Le dispute, sorte da fallimenti e azioni revocatorie, sono in mano a Marina Santarelli.
Pedersoli e Associati
LO STUDIO: gli assistiti la squadra per la proattività e perché «capisce la complessità delle dinamiche bancarie». La fetta consistente dei mandati rientra nel circuito creditizio, di cui ne fanno parte Bpm e Unicredit. Ha seguito Ge Capital nel finanziamento senior concesso a Sotov nel più ampio piano di risanamento di Cape live. 

I PROFESSIONISTI: «riferimento essenziale», secondo un noto fondo, Alessandro Fosco Fagotto colpisce per l’ottica di banca e la gestione del processo negoziale, Ha assistito Bpm nella ristrutturazione del debito da 60 milioni di euro di Alzaia immobiliare. Piovono consensi per Maura Magioncalda, braccio destro di autorevoli istituti di credito che la apprezzano perché «trova soluzioni innovative senza creare conflitti». Ha seguito Banca popolare dell’Emilia Romagna, Unicredit e Banco popolare negli accordi di ristrutturazione dell’indebitamento finanziario del gruppo Emilceramica. 
Quorum
LO STUDIO: una struttura «contenuta ed efficace» che, secondo un assistito, «si presta bene a stare vicino al cliente». La squadra «affiatata» conquista numerose segnalazioni per l’impegno nei concordati preventivi. Birra Peroni e Cassa di risparmio di Cento sono alcuni dei clienti assistiti. 

I PROFESSIONISTI: Nicola Romano «rappresenta il giusto equilibrio tra approccio conservativo e flessibilità». Favorito da piccole e medie aziende per la visione di business che lo avvicina alle loro dinamiche.
Simmons & Simmons
LO STUDIO: lavora a fianco delle maggiori banche e istituti finanziari che ne riconfermano il consenso. Il team ha affiancato, per 200 milioni di euro, The law debenture trust corporation in merito ai titoli emanati da Cerruti finance (ora C Finance) e garantite da Finpart, nel fallimento dei debitori C Finance and Finpart. 

I PROFESSIONISTI: Fabrizio Dotti è noto ai creditori per la ragionevolezza al tavolo negoziale; arriva «a piccoli passi» alla soluzione. Ha seguito The law debenture trust corporation quale amministratore fiduciario, in relazione alla procedura di concordato preventivo aperta da Agria holding, del valore di 100 milioni di euro. 
Tonucci & Partners
LO STUDIO: una struttura «di altissimo livello». Lavora con i creditori, ma è quotato anche tra le aziende debitrici che gradiscono l’«eccellente» gestione dei costi. La squadra ha assistito Unicredit e Banca popolare Friuladria nella rinegoziazione del debito di una società leader nella produzione e commercializzazione di prodotti e sistemi per la termoidraulica e climatizzazione. 

I PROFESSIONISTI: la formazione bancaria ha reso Stefano Cirielli «un raccordo tra i creditori»; «padroneggia la materia» afferma una banca nazionale e spicca per capacità negoziali e relazionali. Ha curato gli interessi di Rail services international Italia nella procedura di concordato preventivo e dismissione di asset industriali in Italia per un valore di 150 milioni di euro.