giovedì 23 marzo 2017
cerca aziende studi professionisti
La crescita di Lombardi Molinari Segni non si ferma
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
14 apr 2016
TopLegal Speciale Fatturati

La crescita di Lombardi Molinari Segni non si ferma

Anche nel 2015 lo studio ha registrato un aumento di fatturato, passato da 25,5 a 28,5 milioni

 

Cresce di altri 3 milioni il fatturato di Lombardi Molinari Segni, che nel 2015 ha registrato entrate per 28,5 milioni, contro i 25,5 dell'anno precedente e i 23,5 del 2013. Ed è proprio nel 2013 che lo studio fondato da Giuseppe Lombardi (in foto a sinistra) e Ugo Molinari (in foto a destra) ha deciso di mettere il turbo. Dapprima con una frenetica campagna acquisti, con l’integrazione dello studio Schlesinger Anelli, che ha visto l’in­gresso di Franco Anelli in qualità di of counsel. E poi con l’allargamento in insegna ad Antonio Segni, che ha traslocato dal proprio studio Labruna Mazziotti Segni con Andrea Mazziotti di Celso e Federico Vermicelli (tutti equity), dando vita a partire dal 1° gennaio 2014 al nuovo brand Lom­bardi Molinari Segni. Oltre ai lateral, da segnalare anche un corposo giro di promozioni interne che aveva portato a 4 nuovi equity, 3 nuovi salary e 4 nuovi senior associate. Nel corso del 2015, la crescita della squadra subisce un freno. Da segnalare infatti un unico ingresso, quello del salary partner Simone Brambilla, proveniente da Chiomenti.

Ciò che, invece, non ha subito alcuna battuta d'arresto è il flusso di lavoro. Non c’è dubbio che negli ultimi anni lo studio si sia avvantaggiato della critica situazione economica e di mercato, che ha sostenuto le practice specialistiche della struttura. In tempi di crisi la disponibilità di liquidità è limitata, e favorisce l’impennata del contenzioso. Il posizionamen­to alto dello studio lo spinge tutt’oggi verso il contenzioso bet-the-company con margini alti e rispetto al quale emerge come leader nel quadro competitivo. Tuttavia, non di solo contenzioso e ristrutturazioni vive l'insegna, che nel corso degli ultimi due anni sta fltri avorendo un’organiz­zazione più strutturata che permetta di bilan­ciare una practice rispetto all’altra, guardando alla reciproca integrabilità e incoraggiando la tridimensionalità dei servizi attraverso la crea­zione di altri dipartimenti, che a oggi sono Banking, Project Finance, Ip e capital markets. 

Tra i mandati seguiti nel corso del 2015 si ricordano l'assistenza a MPS nel raggiungimento di un accordo con Nomura, per la risoluzione transattiva del contenzioso sul derivato Alexandria, che nel 2013 aveva originato una doppia causa, una a Firenze e una a Londra. Inoltre, ha prestato assistenza a dodici banche nella vendita della maggioranza del capitale sociale dalle stesse complessivamente detenuto in Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane a Mercury Italy, veicolo indirettamente partecipato dai fondi Bain Capital, Advent International e Clessidra. Ed è stato uno dei principali protagonisti nel settore del restructuring dell’ultimo anno, sia dal lato della società che del ceto bancario. Tra le operazioni seguite si cita l’assistenza al pool di banche creditrici in un accordo per la ristrutturazione dell’indebitamento finanziario di Sorgenia per un valore complessivo di circa 2 miliardi.

Con un occhio al 2016, va detto che anche il nuovo anno si è aperto con un'operazione sistemica per lo studio, che è stato protagonista della fusione tra la Banca Popolare di Milano e il Banco Popolare.

 

tags: ChiomentiLombardi Molinari SegniBanca Popolare di MilanoMpsBanco PopolareGiuseppe LombardiClessidraUgo MolinariAntonio SegniNomuraSorgeniaFederico VermicelliAndrea Mazziotti di CelsoBain CapitalIstituto Centrale delle Banche Popolari ItalianeAdvent InternationalMercury ItalyFranco AnelliSimone Brambilla
CLICCA PER CONDIVIDERE
eventi
Temi d’attualità nella tutela del marchio

Milano

martedì 28 marzo
Temi d’attualità nella tutela del marchio
In partenza l’Executive Programme in Management della Compliance

Roma

lunedì 17 aprile
In partenza l’Executive Programme in Management della Compliance
In partenza l’Executive Programme “Doing Business in United Arab Emirates”

Roma

venerdì 05 maggio
In partenza l’Executive Programme “Doing Business in United Arab Emirates”
Unitary Patent / Unified Patent Court 2017

Monaco di Baviera

mercoledì 05 luglio
Unitary Patent / Unified Patent Court 2017
Intellectual Property Summit 2017

Bruxelles

giovedì 07 dicembre
Intellectual Property Summit 2017


http://www.toplegal.it/upload/banner/TopLegal special issue_Summit2016_Roma.pdf

http://www.toplegal.it/upload/banner/TopLegal special issue_Summit2016_MILANO.pdf

http://www.toplegal.it/upload/banner/toplegal_online_advert_march17.pdf

http://businessschool.luiss.it/programmes/management-compliance/index.php
http://www.toplegal.it/view_london.aspx

http://businessschool.luiss.it/offerta-formativa/executive-program/doing-business-in-united-arab-emirates/

http://www.unitarypatentsystem.eu

http://www.ipsummit.info

http://www.toplegal.it/upload/banner/TopLegalAwards2016_2802_ENG.compressed.pdf

Credits Landlogic IT

RSS

RSS