sabato 24 febbraio 2018
cerca aziende studi professionisti
ENTRA | REGISTRATI AL SITO
Pro bono Italia, gli studi legali fanno sistema
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
17 mag 2017
Professione avvocato

Pro bono Italia, gli studi legali fanno sistema

Si tratta della prima associazione di avvocati, studi legali e associazioni forensi per la promozione e la diffusione della cultura del pro bono

Da una costola dell’Italian Pro Bono Roundtable - la rete di Studi legali, avvocati ed associazioni no-profit promossa da PILnet (The Global Network for Public Interest Law) - nasce oggi Pro Bono Italia. Si tratta della prima associazione di avvocati, studi legali ed associazioni forensi, per la promozione e la diffusione della cultura del pro bono anche nel nostro Paese.

Tra i fondatori, Asla, Albè, Carotenuto, Casella, De Agostino, De Berti Jacchia Franchini Forlani, Dentons, Hogan Lovells, Ingrasci, Legance, Macchi di Cellere Gangemi, Quintavalle & Riva e White & Case. Gli aspetti notarili sono stati curati da Giovannella Condò di Milano Notai.

L'associazione, che non ha scopo di lucro, svolgerà, per il tramite dei suoi associati e nel rispetto delle norme sul gratuito patrocinio, consulenza legale e rappresentanza in giudizio, gratuitamente e su base volontaria, a favore di organizzazioni no-profit che perseguano fini di utilità sociale e persone fisiche che hanno difficoltà ad ottenere assistenza legale ed accedere alla giustizia, promuovendo il progresso del bene pubblico, la tutela dei diritti umani e il miglioramento dell’ordinamento giuridico.

Il modello adottato per la promozione e l’organizzazione è il dialogo fra gli avvocati, le associazioni no-profit, le clearing-house (CILD e CSVnet) nate di recente in seno all’Italian Pro Bono Roundtable e le legal clinic operanti su tutto il territorio nazionale ed all’estero. Le attività formative e iniziative comuni saranno su temi di carattere giuridico, sociale o culturale, finalizzate alla diffusione del Pro Bono in Italia. Inoltre, ci sarà il confronto con i consigli forensi locali, nazionali ed internazionali e le istituzioni competenti, per favorire l’approvazione di leggi, regolamenti, codici e norme deontologiche per lo sviluppo del Pro Bono.

A presiedere Pro Bono Italia Giovanni Carotenuto, già partner Orrick e fondatore dell’omonimo studio, e Stefano Macchi di Cellere, responsabile dell’ufficio di Londra di Macchi di Cellere Gangemi, affiancati dagli altri membri del Consiglio Direttivo Valentina Casella dell'omonimo studio e Atanas Politov, già responsabile PILnet per l’Europa ed Europe Director for Pro Bono di Dentons. 
 
tags: LeganceOrrickWhite & CaseHogan LovellsDentonsMacchi di Cellere GangemiDe Berti Jacchia Franchini ForlaniMilano NotaiGiovannella CondòAlbè e associatiAslaStefano Macchi di CellereAtanas PolitovValentina CasellaGiovanni CarotenutoQuintavalle & RivaIngrasciDe AgostinoCasellaCarotenuto
CLICCA PER CONDIVIDERE
eventi
Le nuove prospettive del commercio internazionale tra pianificazione e compliance

Roma

mercoledì 28 febbraio
Le nuove prospettive del commercio internazionale tra pianificazione e compliance
La nuova disciplina sul whistleblowing: adeguamenti regolamentari e procedurali

Milano

martedì 20 marzo
La nuova disciplina sul whistleblowing: adeguamenti regolamentari e procedurali
Global Risk Forum 2018

Milano

giovedì 29 marzo
Global Risk Forum 2018


http://www.toplegal.it/view_avvocato.aspx

http://www.toplegal.it//upload/allegati/toplegal_online_advert_jan18.pdf

Credits Landlogic IT

RSS

RSS