giovedì 18 luglio 2019
cerca aziende studi professionisti
ACCEDI | REGISTRATI AL SITO
Sostenibilità, quali best practice per le aziende?
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
20 giu 2019

Sostenibilità, quali best practice per le aziende?

Alla ESG Business Conference il dibattito sull'Integrazione dei fattori Esg nella governance aziendale.

 

Cresce la consapevolezza sulla necessità di integrare la sostenibilità nelle strategie delle aziende. E dell’importanza della governance in questo processo. In particolare, tra le aziende quotate si registra un complessivo aumento della qualità del governo degli aspetti Esg (environmental, social e governance), un maggiore coinvolgimento dell’area finanza delle aziende e la diffusione di best practice sui modelli retributivi in chiave Esg.

È quanto emerso durante la ESG Business Conference, organizzata da ETicaNews in collaborazione con TopLegal, con il supporto di Dentons, Bmo Global Asset Management, partner Gianni Origoni Grippo Cappelli e De Luca.

Una giornata di ricerche, dibattiti e networking che ha visto la partecipazione di oltre 200 professionisti della governance, della finanza, della compliance, della sostenibilità e del reporting. All’evento hanno preso parte, tra gli altri, Consob, Aidp, Andaf, Assofondipensione, Nedcommunity e Methodos. Sono state invitate a esporre il proprio caso aziendale 18 società (in ordine di presenza nella giornata): Snam, Sea, Fnm, Eni, Poste Italiane, Unipol, Cap Holding, Maire Tecnimont, Fideuram, Reno De Medici, Generali, Prysmian,Iren, Saipem, Banca Generali, Italiaonline, Hera eIntesa Sanpaolo.

Ad aprire il dibattito è stato il punto di vista degli investitori con l’intervento della portfolio manager di Bmo Gam, Sacha El Khoury, che ha chiarito gli obiettivi principali delle attività di engagement e l’importanza della governance delle aziende. «Crediamo che ingaggiare le società — ha detto El Khoury — sia utile a migliorarne la governance e a favorire un cambiamento positivo in relazione ai temi sociali e ambientali. Per noi investitori significa fissare chiare linee guida e aspettative su ciò che consideriamo  best practice  e buona governance».

Il mondo degli investitori sta attribuendo sempre più attenzione alla sostenibilità: è ormai acquisito che il valore di mercato di un’azienda non si fondi solo sulla performance economico-finanziaria, ma anche su asset non tangibili quali il “buon governo” della società nonché la sua performance sociale e ambientale.  «La recente posizione assunta anche da Banca d’Italia, la quale ha modificato le modalità di gestione dei propri investimenti azionari attribuendo un maggior peso ai fattori che aumentano la sostenibilità, —  ha rilevato durante la tavola rotonda di apertura Antonella Brambilla, partner di Dentons — conferma la crescente attenzione anche del mondo finanziario in relazione alle tematiche Esg; le imprese che adottano i migliori standard di governo di impresa assumono pertanto una posizione privilegiata nelle scelte di investimento non solo di operatori privati ma anche di istituzioni finanziarie di assoluto rilievo. L’impegno di tutti gli operatori del settore, ivi inclusi gli studi legali, è pertanto quello di continuare una meticolosa attività di education e supporto, anche tecnico, nei confronti di società sia pubbliche, sia private, affinché comprendano appieno l’importanza di implementare le migliori prassi Esg».

Gli Esg sono in grado di penetrare nell’azienda se il board mostra un forte commitment sul tema, diffondendosi poi a cascata in tutte le strutture della società e contaminando anche i piani di crescita industriali in maniera strategica. Da qui un ulteriore passaggio, come sottolineato da Stefano Cacchi Pessani, partner di BonelliErede: una volta integrati  nelle strategie aziendali, gli Esg concorrono a plasmare e definire qual è davvero l’interesse sociale e i doveri degli amministratori. Per Cacchi  Pessani il risultato ultimo di questo processo è che, al di là dell’evoluzione normativa (come quella spinta dalla Dichiarazione non finanziaria), si radica nel diritto della società un dovere dell’amministratore di curare i parametri Esg, che arriva a prescindere dalle singole regole e dalle singole giurisdizioni in cui la società opera.

tags: Gianni Origoni Grippo CappelliBonelliEredeIntesa SanpaoloDentonsConsobEniSnamGeneraliPoste ItalianeIrenSeaStefano Cacchi PessaniUnipolMaire TecnimontAntonella BrambillaHeraPrysmianSaipemItaliaonlineBanca GeneraliBmo Global Asset ManagementDe LucaReno de MediciFnmCap HoldingFideuram
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
I Edizione Master in Intellectual Property & Copyright

Milano

venerdì 27 settembre
I Edizione Master in Intellectual Property & Copyright
Master in Banking & Finance

Milano

venerdì 25 ottobre
Master in Banking & Finance
Master in Tech Law & Digital Transformation

Milano

venerdì 25 ottobre
Master in Tech Law & Digital Transformation


https://www.toplegal.it/eventi/25861/master-in-tech-law-digital-transformation

https://www.toplegal.it/upload/banner/300x100/toplegal_online_advert_june19.pdf
https://www.toplegal.it/adv/pdf/TopLegalFocusPenale2019.pdf

https://www.amazon.it/dp/8894429709

https://www.toplegal.it/upload/allegati/TopLegalAwards2018Special.pdf

Credits Landlogic IT

RSS

RSS