Penale (5 marzo 2020)
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
05 mar 2020
In pillole

Penale (5 marzo 2020)


Orabona con Printgraph ottiene la tutela dei dati informatici riservati
Orabona, con un team guidato da Andrea Orabona, ha ottenuto una sentenza favorevole in sede penale nell’interesse della società Printgraph Finito, in quanto danneggiata dal reato di accesso abusivo al sistema informatico ai sensi dell’art. 615 ter C.p., ovvero, dall’accesso perpetrato ai contenuti e dati informatici riservati illecitamente estrapolati dal server aziendale da parte di un amministratore in forza a una società concorrente nel campo della produzione e distribuzione di prodotti di consumo per l’industria della stampa. In particolare, l’XI sezione penale del Tribunale di Milano, in composizione monocratica, ha condannato la società concorrente, in uno alla controllante con sede all’estero, al risarcimento del danno cagionato alla costituita parte civile per effetto dell’accesso abusivo al sistema informatico effettuato dal proprio amministratore ai dati riservati, know-how, brevetti, listini prezzi dei prodotti ed elenco fornitori, contenuti sul server aziendale della società - ove risiedevano tutti i segreti aziendali relativi all’attività imprenditoriale del gruppo Printgraph Finito.

Ceva esce dalla procedura di amministrazione giudiziaria, gli advisor
Con decreto emesso in data 13 febbraio e depositato il 24 febbraio, il Tribunale di Milano, sezione autonoma misure di prevenzione, nella persona del presidente Fabio Roia, ha disposto la revoca della misura di prevenzione di amministrazione giudiziaria delle attività di subfornitura applicata a Ceva Logistics Italia il 6 maggio 2019. La società è stata assistita da Angelo Giarda, Luca Luparia e da Delfino e Associati Willkie Farr & Gallagher con il counsel Roberta Battistin. Tale provvedimento, che giunge in anticipo di tre mesi rispetto alla scadenza dell’amministrazione giudiziaria, conferma l’efficacia e la tempestività delle azioni poste in essere dalla nuova proprietà e dal nuovo management di Ceva in Italia, che ha sostituito il precedente nel segno della discontinuità. Nell’ambito di questo processo, Ceva Logistics aveva adottato nel mese di novembre 2019, con l'assistenza di Delfino Willkie Farr & Gallagher, il nuovo modello organizzativo 231, che si compone di un codice etico e di un protocollo istitutivo dell’organismo di vigilanza, e la nuova procedura di selezione, qualifica e monitoraggio delle controparti specializzate nella fornitura di servizi logistici.
tags: Delfino e Associati Willkie Farr & GallagherAndrea OrabonaAngelo GiardaOrabonaLuca LupariaRoberta BattistinCeva Logistics ItaliaPrintgraph Finito
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
GDPR Exclusive Community - Speciale Covid-19

giovedì 23 aprile
GDPR Exclusive Community - Speciale Covid-19


Credits Landlogic IT

RSS

RSS