Gianni Origoni con Atlantia nella cessione di Aspi
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
22 ott 2020
Infrastrutture e trasporti

Gianni Origoni con Atlantia nella cessione di Aspi

La società ha ricevuto un’offerta per l'88% del capitale del gestore autostradale da Cdp in cordata con Blackstone e Macquaire. L'operazione è valutata in 8 - 9 miliardi di euro


Gianni Origoni (TLIndex3) ha assistito Atlantia nel piano che porterà alla scissione di Autostrade per l'Italia (Aspi) dal colosso delle infrastrutture controllato dalla famiglia Benetton.

Il Cda di Atlantia lo scorso 24 settembre ha approvato un processo "dual track", rivolto a Cassa depositi e prestiti (Cdp) e ad altri investitori istituzionali, al fine di pervenire alla dismissione della partecipazione dell'88% del capitale detenuta in Autostrade per l’Italia, valutato in 8-9 miliardi di euro. L'operazione prevede la vendita dell’intera quota dell’88% del capitale di Aspi tramite un processo competitivo o, in alternativa, la scissione parziale e proporzionale e conferimento del 55% e del 33% del capitale di Aspi in una newco, che si chiamerà Autostrade concessioni e costruzioni.

Cassa depositi e prestiti il 19 ottobre ha dato il via libera a Cdp Equity a procedere alla presentazione insieme a Blackstone infrastructure partners e Macquarie infrastructure and real assets di un’offerta per l’acquisizione dell’88,06% di Autostrade per l’Italia detenuto da Atlantia. L’operazione - si legge in una nota di Cdp - prevede anche la sottoscrizione di un term sheet volto a disciplinare i principali termini e condizioni e gli assetti di governance di una società di nuova costituzione partecipata da Cdp Equity quale primo azionista, Blackstone e Macquarie, che sarà utilizzata per la realizzazione dell’investimento e che prevede l’ingresso di altri investitori istituzionali, in particolare italiani.

Contattato da TopLegal, Gianni Origoni spiega di aver assistito Atlantia con un team coordinato dal senior partner Francesco Gianni (in foto) e dal partner Renato Giallombardo, coadiuvati dal senior associate Caterina Pistocchi. Gli aspetti di diritto finanziario sono stati seguiti dal partner Richard Hamilton mentre gli aspetti banking dal partner Giuseppe de Simone e dal senior associate Claudia Lami. I profili amministrativi sono stati seguiti dal partner Antonio Lirosi.

Gianni Origoni ha assistito Atlantia nella maxi fusione con Abertis e, ultimamente, nella cessione del 49% di Telepass.
tags: LeganceClifford ChanceFrancesco GianniCassa Depositi e PrestitiRichard HamiltonAtlantiaAntonio LirosiGiuseppe De SimoneRenato GiallombardoCdp EquityAutostrade per l'ItaliaGianni OrigoniCaterina PistocchiClaudia LamiMacquarie Infrastructure and Real AssetsCappelliRccdAutostrade concessioni e costruzioniBlackstone infrastructure partners
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
“Terra Mia”: una riforma necessaria? Giustizia e Tecnica a confronto.

giovedì 10 dicembre
“Terra Mia”: una riforma necessaria? Giustizia e Tecnica a confronto.
GDPR Exclusive Community - II edizione

giovedì 10 dicembre
GDPR Exclusive Community - II edizione


https://teleforum.eustema.it/it/

https://toplegal.it/upload/allegati/Focus%20Penale%202020.pdf
https://www.toplegalacademy.it/

https://toplegal.cawi.idsurvey.it/default.cshtml?id=58a9904f-6e4b-428d-8b53-6815793d8df7

https://toplegal.it/eventi/27084/gdpr-exclusive-community-ii-edizione

Credits Landlogic IT

RSS

RSS