Deloitte Legal e Lms per il rilancio dell'interporto di Livorno
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
23 dic 2020
Crisi e ristrutturazioni

Deloitte Legal e Lms per il rilancio dell'interporto di Livorno

Il percorso di risanamento di Itav è stato reso possibile grazie ad alcune operazioni straordinarie, tra cui la cessione di asset immobiliari per 100 milioni di euro

 
Con la sottoscrizione della convenzione di ristrutturazione ai sensi dell’art. 67, comma 3, lett. d), l.f., si è concluso con successo l’articolato percorso di risanamento di Interporto toscano Amerigo Vespucci (Itav), che ha visto il coinvolgimento di Deloitte Legal (TLIndex81) e Lms (TLIndex122) come advisor legali.

Itav è un’importante realtà nel settore della logistica italiana, con 2.800 ha di superficie complessiva, 1.200 ettari di aree logistiche e 60 società insediate. Il rilancio dell'interporto toscano è reso possibile anche grazie ad alcune operazioni straordinarie, tra le quali quelle contemplate in apposito protocollo di intesa con la Regione Toscana e l’Autorità portuale di Livorno, in esecuzione del quale sono previste le vendite di alcuni asset dell’ampio patrimonio immobiliare, complessivamente pari a circa 100 milioni di euro, nonché un aumento di capitale necessario a completare la trasformazione da interporto a retroporto divenendo un hub di logistica integrata che possa garantire un’ampia offerta di servizi innovativi, digitali e sostenibili.

Itav è stata assistita da Deloitte Legal nelle persone del partner Andrea Martellacci (in foto a sinistra), del senior manager Sergey Orlov e del senior associate Niccolò Giusti, per gli aspetti di carattere legale, anche nei rapporti con la Regione Toscana, l’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Settentrionale e gli acquirenti di alcuni immobili.

I creditori di natura bancaria e finanziaria, composto da banche, società di leasing e di factoring, nonché da intermediari finanziari specializzati nella gestione dei crediti Utp ed Npl, è stato assistito da Lms di Milano, con il socio Matteo Bascelli (in foto a destra), la counsel Elena Grigò e l’associate Riccardo Di Carlo.

Itav è stata affiancata da Kpmg Advisory, nella persona del partner Lorenzo Nosellotti, dall’assistant manager Fabio Salvatici e dal consultant Gabriele Cecchin, in veste di advisor industriale e finanziario,

L’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Settentrionale è stata assistita, per gli aspetti di correttezza metodologica del processo di ristrutturazione, da PwC, nella persona del partner Michele Peduzzi e dal senior manager Giacomo Bonaiti Pedroni.

L’attestazione di legge è stata resa dal commercialista Paolo Ferracci di Livorno. Il ruolo di agente in sede di signing, closing ed execution, della convenzione di ristrutturazione è svolto da Baker Tilly di Firenze.

Itav aveva concluso nel 2016 un accordo con le banche creditrici per la ristrutturazione di un debito complessivo di 60 milioni di euro.

Il 2020, inoltre, ha visto una rinnovata attenzione da parte degli investitori verso le infrastrutture portuali italiane, in particolare nel nord est, che lo scorso autunno ha salutato l'ingresso di operatori del settore tedeschi nel porto e interporto di Trieste.
tags: PwCLmsDeloitte LegalAndrea MartellacciMatteo BascelliElena GrigòKPMG AdvisorySergey OrlovNiccolò GiustiAutorità portuale di LivornoBaker TillyInterporto Toscano Amerigo VespucciPaolo FerracciRiccardo Di Carlo
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
GDPR Exclusive Community - III edizione

giovedì 16 dicembre
GDPR Exclusive Community - III edizione


Credits Landlogic IT

RSS

RSS