Il Recovery fund accende i riflettori sugli appalti
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
19 gen 2021
Focus Appalti

Il Recovery fund accende i riflettori sugli appalti

Gli amministrativisti sono tornati a riflettere sull’efficienza della Pa, da cui è atteso un forte intervento di trasformazione e di accelerazione alla luce delle novità normative



L'Italia ha urgenza di rendere più efficienti le procedure per la realizzazione di investimenti programmati. Un discorso che vale soprattutto per le infrastrutture, che troppo spesso sono frenate da lungaggini burocratiche e da un numero troppo elevato di adempimenti. Il tema dell’efficienza pubblica è tornato nell’agenda dell’esecutivo e, di conseguenza, sotto la lente degli amministrativisti.

Il Consiglio dei ministri il 12-13 gennaio 2021 ha approvato il Piano nazionale di ripresa e resilienza, per stabilire come impiegare i fondi che arriveranno all’Italia dall’Unione europea con il Recovery fund. Gli oltre 210 miliardi di euro previsti serviranno a fronteggiare le ricadute economiche conseguenti all'emergenza Covid-19 e a rimettere in carreggiata il Paese. Negli scorsi mesi il governo ha già adottato alcuni provvedimenti ad hoc, con l’obiettivo di introdurre misure di semplificazione procedimentale in tema di appalti pubblici e far ripartire gli investimenti. Con il decreto "Semplificazioni" (n.76/2020), convertito in legge l’11 settembre 2020 (n. 120/2020), sono state introdotte alcune modifiche al Codice dei contratti pubblici.

Sarà realizzato un vasto programma di interventi per lo snellimento delle 29 procedure autorizzative e di controllo nei settori nei quali più è avvertito dalle imprese l’eccessivo carico di oneri normativi e burocratici, ed evitare la perdita di tempi "inutili" e di risorse economiche. L'Ance, l'associazione nazionale costruttori edili, stima che si potrebbero recuperare 240 giorni nella realizzazione di un’opera con un incremento dell’efficienza pubblica. In un sistema più efficiente, significa realizzarla con quasi un anno in anticipo. E in cantiere il governo ha elencato ben 36 opere da realizzare, inserite nel Piano messo a punto dal Ministero delle infrastrutture collegato al decreto, tra dighe, opere ferroviarie, strade e reti digitali.

In questo scenario di rinnovato interesse sugli investimenti pubblici e di incertezza normativa, TopLegal pubblica una guida sugli Appalti, una bussola preziosa in questo momento congiunturale per professionisti, giuristi d’impresa e imprese attive in settori a stretto contatto con la pubblica amministrazione.

Gli esperti di diritto amministrativo sentiti da TopLegal fanno notare che le ultime novità non riducono sul serio gli adempimenti a carico delle imprese. Persistono, inoltre, alcune criticità.

Gli amministrativisti sono tornati a riflettere anche sul tema della individuazione e gestione dei conflitti di interesse nell'ambito delle procedure di affidamento di contratti pubblici, alla luce delle recenti sentenze del Consiglio di Stato emesse tra il 2019 e il 2020. L’enfasi sugli investimenti di Stato ha fatto tornare alta l’attenzione anche su altri aspetti ancora poco chiari della normativa. Tra questi, l’attestazione dell’assenza delle cause di esclusione e, in particolare, di gravi illeciti professionali, in merito alle vicende da riferire in gara per le valutazioni della stazione appaltante.

Le lacune organizzative delle pubbliche amministrazioni e le ristrettezze dei bilanci pubblici sono tornate, infine, a porre al centro delle esigenze del Paese i contratti di partenariato pubblico-privato (Ppp). L’andamento nei primi mesi del 2020, del resto, ha visto su 395 procedimenti, 51 concessioni, 64 project financing a iniziativa pubblica e ben 280 procedimenti attivati dai privati.

L'articolo è pubblicato su Focus Speciale Appalti, che è possibile scaricare qui. Gli altri Focus Speciali su Commercialisti, Lavoro, Penale, Covid-19 e Fintech sono disponibili qui.
tags: Ance associazione di categoria dei costruttori ediliAnceassociazione nazionale costruttori edili
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
Registro dei titolari effettivi: corretta identificazione e comunicazione al Registro Imprese

Zoom

giovedì 18 marzo
Registro dei titolari effettivi: corretta identificazione e comunicazione al Registro Imprese
La riforma penale tributaria e le sfide della nuova normativa

Zoom

mercoledì 24 marzo
La riforma penale tributaria e le sfide della nuova normativa
La centralità del Tax Control Framework nel sistema dei controlli aziendali

Zoom

martedì 30 marzo
La centralità del Tax Control Framework nel sistema dei controlli aziendali
Master in Sports Law

Milano

venerdì 16 aprile
Master in Sports Law
Master in Intellectual Property & Copyright

Milano

venerdì 07 maggio
Master in Intellectual Property & Copyright
Master in Employment Law, HR Innovation Lab 2021

Milano

venerdì 07 maggio
Master in Employment Law, HR Innovation Lab 2021
Master in Tech Law & Digital Transformation

Milano

venerdì 21 maggio
Master in Tech Law & Digital Transformation
Master in Data Protection & Cyber Security

Milano

venerdì 24 settembre
Master in Data Protection & Cyber Security


Credits Landlogic IT

RSS

RSS