TopLegal Italy Index: life sciences spinge le firm
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
06 mag 2021
Competitività degli studi

TopLegal Italy Index: life sciences spinge le firm

Cresce nella TL25 Baker McKenzie al 13esimo posto. Sale anche Herbert Smith Freehills nella classifica generale al 37esimo posto. Lca stabile al 39esimo con l’inserimento di Migone de Amicis

 

A fine aprile Baker McKenzie sale di due gradini al 13esimo posto nella TL25, la classifica di TopLegal che raggruppa i primi venticinque studi in Italia per densità di eccellenza. Lo studio americano scala la parte alta del TopLegal Italy Index a 1,545 (l’indice numerico è rappresentativo rispetto al mercato di riferimento, base 100), grazie a un buon posizionamento nella classifica settoriale life sciences – la Guida aggiornata del Centro Studi TopLegal sarà disponibile online nei prossimi giorni. A marzo era 15esimo.

Fuori dalla TL25, sale in classifica, grazie al miglioramento nel life sciences, anche Herbert Smith Freehills, che passa al 37esimo posto a 0,617 dal 38esimo. Stabile al 39esimo Lca, che aumenta il proprio punteggio a 0,587, con l’inserimento di Agostino Migone de Amicis, in qualità di of counsel. Migone de Amicis era un socio storico di Pavia e Ansaldo (è stato partner dello studio dal 1986), esperto in materia farmaceutica e dei dispositivi medici. Nonostante l’uscita di peso del professionista, che ha fatto perdere qualche punto allo studio (1,181), Pavia e Ansaldo resta comunque al 17esimo posto nella classifica generale.

Migliorano, invece, il proprio posizionamento nella classifica generale grazie alle buone performance nel life sciences due boutique italiane: Portolano Cavallo, al 69esimo posto (0,327) ad aprile dal 73esimo di marzo, e Stefanelli & Stefanelli, che entra in classifica al 211esimo posto (0,046). La discesa cambiamento nel posizionamento nel segmento life sciences fa scendere invece Ip Law Galli, che passa al 74esimo posto a (0,285) dal 62esimo.

Metodologia

Il TopLegal Italy Index misura la densità d’eccellenza e la stabilità degli studi legali. Da un lato, raccoglie i giudizi dei clienti sugli studi legali e sui singoli professionisti; dall’altro, prende in esame i passaggi laterali tra le insegne. I giudizi si basano su criteri soggettivi ma universalmente riconosciuti e condivisi dai committenti. Alla base del monitoraggio, vi sono le ricerche qualitative del Centro Studi TopLegal e l’osservatorio Lateral Monitor. L'indice su base 100 rappresenta il rapporto tra il punteggio guadagnato da ciascuno studio e la sommatoria dei punteggi di tutti gli studi appartenenti all’Index.    

Per informazioni più dettagliate sulla metodologia dell'index clicca qui.

TopLegal Italy Index aggiornato al 30 aprile 2021