Contenzioso antitrust: spazi più ristretti
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
10 feb 2022
Classifiche TopLegal

Contenzioso antitrust: spazi più ristretti

Private enforcement: la concorrenza dalle società di gestione di contenziosi costringerà gli studi a porsi come concorrenti o attori complementari. I risultati dell'ultima ricerca del Centro Studi TopLegal per TopLegal Consulting



L’arrivo di nuovi operatori aumenta la concorrenza nel Contenzioso antitrust e nel diritto Ue, dove le Big Four non sono ancora ingombranti. È quanto emerge dall’ultima ricerca sul comparto Competition / EU law condotta dal Centro Studi TopLegal per TopLegal Consulting, che sarà pubblicata online i primi di marzo. L'indagine ha coinvolto 27 insegne comprensive di tutte le sottocategorie di riferimento.

Fra i nuovi attori che incidono sul mercato, la ricerca ha rilevato la crescente presenza di operatori in riferimento al cosiddetto private enforcement. Sono società che, raccogliendo il numero più alto possibile di mandati per attività di follow-on e azioni collettive, acquistano i diritti risarcitori al fine di gestire un contenzioso in autonomia. Tali figure si interpongono fra i soggetti danneggiati e gli studi legali, i quali dovranno scegliere se porsi come concorrenti o attori complementari all’interno del mercato. Comunemente riconosciuto è anche il ruolo delle Big Four nel settore competition / EU law, senza che però queste abbiano modificato in modo sostanziale gli equilibri del mercato.

L’ambito Competition / EU Law attrae investimenti da parte degli studi. La maggioranza delle insegne che hanno partecipato alla ricerca, pari al 73%, ha intenzione di allargare le proprie squadre nei prossimi mesi. Tutti gli studi in espansione sono interessati soprattutto a professionisti di livello junior o con limitata esperienza, a fronte di un solo studio che ha dichiarato di valutare anche l’ingresso di un socio. Una percentuale minoritaria (27%) non prevede di accogliere nuove figure. Le specializzazioni più richieste, quelle sugli aiuti di stato e l'antitrust. Alcune insegne ricercano figure specializzate nella tutela del consumatore e competenze tech attinenti alle aree di protezione dati e cybersecurity.

Le ore fatturate fra il 2019 e il 2020 dai dipartimenti specializzati in Competition / EU law sono cresciute in media del 6,5%, dato superiore ad altre aree. Quelle effettivamente incassate dello 4,75%, segno di una maggiore flessibilità dei soci a soddisfare le esigenze finanziarie dei clienti. Il 60% del campione ha affermato di aver registrato un aumento delle ore fatturabili; il 40% ha dichiarato di non aver constatato sostanziali variazioni. Nessuna insegna ha visto un calo dell'attività durante il periodo pandemico.

CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
I Edizione Osservatorio Lavoro

Milano

giovedì 09 giugno
I Edizione Osservatorio Lavoro


Credits Landlogic IT

RSS

RSS