Competitività degli studi

Private equity cambia l’assetto di TL Index

Sono quattro le insegne nella TL25 che scalano la classifica generale a seguito dell’aggiornamento della ricerca del Centro Studi TopLegal per conto di TopLegal Consulting

02.12.2021

Private equity cambia l’assetto di TL Index

 


Sono quattro gli studi nella fascia alta di mercato che scalano la classifica generale a seguito dell’aggiornamento delle ricerche nel Private equity: Advant Nctm, Baker Mckenzie, Dentons e Pavia e Ansaldo. Il miglioramento nel Private equity porta Advant Nctm al dodicesimo posto della TL25, il paniere dei primi venticinque studi in Italia per densità di eccellenza. Dentons passa al settimo; Pavia e Ansaldo e Baker McKenzie rispettivamente al 19esimo e 20esimo posto.

L’ascesa di questi tre studi è anche l’effetto indiretto del riposizionamento al ribasso di altre quattro insegne di fascia alta nel Private equity. Si segnala, inoltre, l’avvicinamento al terzetto di punta di Legance, a seguito della performance nel Corporate/ M&A, pubblicato online a inizio novembre e incluso sul numero di TopLegal Review di dicembre/gennaio 2022. Pur avendo superato Gianni & Origoni nella classifica settoriale, Legance risulta tuttavia leggermente arretrato in quella generale per via della performance nel Private equity.

Nel complesso, il TopLegal Index ha registrato un grande rimescolamento, con oltre cento insegne che hanno guadagnato o perso punteggi e posizioni, a seguito dell’aggiornamento di un ambito strategico per gli studi legali. Nella fascia alta guadagnano punti Gattai Minoli, White & Case e Molinari Agostinelli. Simmons & Simmons perde quasi un decimo, ma mantiene la sedicesima posizione.

La ricerca nel Private equity ha seguito le ultime tendenze emerse nel settore e ha valorizzato le aree a maggiore valore aggiunto, a discapito della gestione e costituzione dei fondi. Questo cambio di prospettiva, richiesto dai clienti, ha determinato gli esiti dell’Index, soprattutto per gli studi con un posizionamento o un forte presidio incentrato sulla consulenza ordinaria.

Metodologia
Il TopLegal Italy Index misura la densità d’eccellenza e la stabilità degli studi legali. Da un lato, raccoglie i giudizi dei clienti sugli studi legali e sui singoli professionisti; dall’altro, prende in esame i passaggi laterali più significativi tra le insegne. I giudizi si basano su criteri soggettivi ma universalmente riconosciuti e condivisi dai committenti. Alla base del monitoraggio, vi sono le ricerche qualitative del Centro Studi TopLegal e l’osservatorio Lateral Monitor. L'indice su base 100 rappresenta il rapporto tra il punteggio guadagnato da ciascuno studio e la sommatoria dei punteggi di tutti gli studi appartenenti all’Index.    

Per informazioni più dettagliate sulla metodologia dell'index clicca qui.


TopLegal Index aggiornato al 29 novembre 2021